Località turisticha in valle isarco le vostre vacanze.

Valle Isarco

La Valle d’Isarco (Eisacktal) prende il nome dal fiume che l’attraversa, l’Isarco, principale affluente del fiume Adige. Il fiume Isarco e di conseguenza anche la valle ricoprì nel passato il ruolo di privilegiata via di comunicazione con l’Europa centrale.

Per questo la Valle d’Isarco diventò luogo di incontro fra la cultura mediterranea e quella mitteleuropea e proprio da questa mescolanza la Valle sviluppò un’arte e una cultura autonoma.
Nello scorrere dei secoli artisti e architetti diversi hanno lasciato nella regione testimonianze artistiche di notevole pregio, da affreschi protoromanici alle chiesette arrampicate sulla montagna, alle opere di archeologia industriale.

Visitando ogni centro della valle, grande o piccolo, soggiornando negli hotel della Valle Isarco, si ha la possibilità di ammirare opere di pittori, scultori e architetti famosi ma anche opere nate dall’abilità popolare.

Scoprite la regione turistica valle isarco in tutte le sue sfaccettature

 

Vacanza in Valli Alto Adige – Valle Isarco

Isarco

Foto Valle Isarco

Le mete fondamentali di una vacanza in Val d’Isarco sono Bressanone, Vipiteno e Chiusa. Bressanone è il maggior centro d’arte altoatesino.
A dominare la città è l’imponente Duomo romanico, trasformato in forme barocche nel 1745-90, con annesso chiostro romanico-gotico (sec. XIII-XIV). Il Museo diocesano di Bressanone, ospitato nel Palazzo dei Principi-Vescovi, è una delle maggiori raccolte d’arte della provincia di Bolzano dove sono esposte in settanta sale sculture, pitture, pezzi d’artigianato artistico medioevale e arredi originari della residenza. Il centro di Vipiteno si dispone attorno alla principale arteria stradale, mentre la Torre di Città separa la città nuova da quella vecchia.

Lungo la Via Città Nuova si affacciano palazzetti in stile nordico, spesso merlati e che espongono insegne in ferro battuto dai vivaci colori.
Chiusa/Klausen deriva il nome dalla sua posizione: un passaggio obbligato lungo la strada che sale al Brennero e in tempi passati un posto di dogana per chi trasportava mercanzie nel nord Europa. La Valle d’Isarco è il paradiso per gli amanti degli sport invernali: piste sciistiche di diverse lunghezze e difficoltà, ampia è la scelta di piste per slittino lunghe poche centinaia di metri per il divertimento dei bambini fino a piste lunghe 7 km per i più impavidi.

Le escursioni d’inverno nella neve e d’estate fra verdeggianti prati e profumati boschi danno la possibilità di mettersi in stretto contatto con l’ambiente e la natura circostante. Durante le escursioni è d’obbligo una pausa presso un rifugio ristorante per una dolce merenda o un pasto completo a base di specialità della cucina tradizionale.

Leave a Reply

Selva di Val Gardena
Selva Val Gardena: meraviglia delle Dolomiti
TRENTINO, ALLA SCOPERTA DI TRENTO 2
TRENTINO, ALLA SCOPERTA DI TRENTO
val di non trentino
Paesaggi montani – Val di Non Trentino
Folgaria
Folgaria Trento: Altopiani del Trentino
Massiccio Sciliar -Schlern 4
Massiccio Sciliar -Schlern
Val Venosta
Val Venosta
valle Isarco
Località turisticha in valle isarco le vostre vacanze.
Catinaccio Latemar
Catinaccio, Latemar, massiccio dolomiti altoatesine
Selva di Val Gardena
Selva Val Gardena: meraviglia delle Dolomiti
5 cose da fare e vedere in Trentino 6
5 cose da fare e vedere in Trentino
Le Tre Cime di Lavaredo: cosa vedere 8
Le Tre Cime di Lavaredo: cosa vedere
I Castelli del Trentino-Alto Adige; cosa vedere 10
I Castelli del Trentino-Alto Adige; cosa vedere
Mangiare in Trentino: i migliori ristoranti e pizzerie 12
Mangiare in Trentino: i migliori ristoranti e pizzerie
Mercato libero luce e gas: quanto si può risparmiare in trentino? 14
Mercato libero luce e gas: quanto si può risparmiare in trentino?
3 IDEE PER LA PRIMAVERA IN MONTAGNA 16
3 IDEE PER LA PRIMAVERA IN MONTAGNA
LA MONTAGNA IN ESTATE 18
LA MONTAGNA IN ESTATE